Wednesday, March 03, 2010

I dolori di un giovane Jedi 2

La confezione dell’abito di Barriss procede spedita, mia mamma se ne sta occupando con tanto amore e solerzia.

Il mantello è quasi finito, allo stato attuale necessita solo delle cuciture finali e l’effetto è davvero niente male. I miei timori sul peso del tessuto sono stati fugati non appena ho visto la stoffa imbastita, l’effetto è molto simile all’originale, in più il pattern impresso sulla stoffa da un effetto gradevole, benché la fantasia del tessuto non fosse identica all’originale. L’unico neo che posso imputargli è il fatto che il tessuto è lucido e questo impedisce al cappuccio di stare bene in posa.

Esauriti i convenevoli, in cui ho fatto un doveroso riassunto delle puntate precedenti, veniamo alle nuove peripezie legate alla realizzazione di questo personaggio. Oggi parlerò dell’aspetto legato al make up di Barris.

barriss offee
Come si vede da questa immagine il colore della pelle dei mirialani – la razza aliena a cui appartengono Barriss e Luminara – ha una tonalità olivastra con una sfumatura verdognola. Questo è dovuto principalmente al colore della pelle delle attrici che hanno interpretato questi personaggi, come potete vedere nella foto qui sotto.


Nalini Krishan


Dovendo replicare questa tonalità sulla mia pelle che è molto chiara, non potevo limitarmi ad applicare del semplice aquacolor verde, perché l’effetto sarebbe stato abbastanza raccapricciante e per nulla simile.

Per superare questo scoglio dovevo per forza affrontare la questione con qualcuno più esperto di me per quel che riguarda il make up.

Faccio una piccola digressione. Ho sempre faticato per recuperare i trucchi per cosplay e grv qui a Milano, ma qualche settimana fa, mentre rientravo dopo un pomeriggio con gli amici ho scoperto con mia enorme sorpresa che in città aveva appena aperto un punto vendita monomarca della Kryolan (i meglio trucchi), sicuramente più fornito del solito negozietto in cui ero solita rifornirmi. Fine della digressione.

Così ieri, in compagnia di Bya che doveva recuperare l’azzurro per Aayla Secura, siamo andate nel negozio in questione (che si trova all’angolo tra viale Brianza e via Soperga), con la speranza di trovare risposte per le nostre domande.

Non solo abbiamo trovato tutto l’occorrente, un azzurro perfetto per Bya diversi trucchi per me (fondotinta coprente, correttore verde e cipria trasparente per fissare il tutto), ma la proprietaria ed i suoi amici si sono dimostrati molto simpatici e disponibili ad ascoltare tutti i nostri problemi ed a consigliarci. Per risolvere il problema colore della pelle, su consiglio dell’esperta, utilizzerò un fondotinta mischiato ad un correttore verde, da stendere sulla pelle con una spugnetta.

Sono contenta per questa soluzione perché è meno complicata di quello che mi ero immaginata, del resto da un ex truccatrice mediaset che espone in negozio un telegatto, non avrei potuto aspettarmi di meglio.

E se pensate che risolto il vestito e risolto il trucco, questo personaggio sia finalmente finito, vi sbagliate di grosso!

All’appello mancano ancora una spada laser e una cintura da realizzare e volete proprio leggere delle nostre - nostre perché da coppia siamo diventati un quartetto di maestri e padawan, e in futuro diventeremo un gruppo di 6/8 persone - peregrinazioni per le corsie di un Castorama alle prese con tubi idraulici, piedini per sedie ed altra minuteria di ferramenta, per non parlare dell’assemblaggio.

Alla prossima mirabolante puntata. Che la forza sia con voi.

2 comments:

Mousse said...

Cintura come?

Falketta said...

Per sostenere il cappuccio scivoloso ti consiglio di cucirgli all'interno un cerchietto per capelli. In questo modo rimane al suo posto per forza! ;)