Tuesday, June 28, 2005

Vive la France!

Ovvero diario della mia mini avventura a Parigi.

Prtenza venerdì sera per le undici e mezzo. Arriviamo in stazione e ci sistemiamo nel nostro scompartimento. Sorpresa numero 1: le cuccette da 4.

Per quelli di voi che avranno viaggiato un pò di notte, sapranno com'è la situazione vagoni letto.
Abbiamo 3 livelli di spesa: seconda classe in cuccette da 6 posti, seconda classe in cuccette da 4 posti prima classe in cuccette da 2 posti.
Ovviamente le cuccette da 6 sono in minimo sindacale, molto spartane e rischi di incontrare l'umanità più varia ed eventuale.
Le cuccette da 2 in prima classe di contro sono una meraviglia, sei immerso nel comfort più totale, ma il prezzo è quello che è.
Quello che in pochi sanno è che con un supplemento di soli 15 eur in più esistono le cuccette da 4, che sono un bel compromesso tra la prima classe e quelle da 6.
Non solo, ma ogni scompartimento è munito di aria condizionata, e ad ogni passeggero viene offerta l'aqua.
Insomma un bel viaggiare.

Arriviamo a Parigi dopo una notte tutto sommato passata bene (la mia difficoltà a dormire in viaggio e proverbiale, al minimo rumore scatto sull'attenti) e ci dirigiamo verso il cuore della metropoli per fare qualche giro, dato che fino a mezzogiorno le camere dell'albergo non saranno pronte.
Compriamo l'abbonamento per i mezzi per due giorni.
13 euri a testa. A prima vista può sembrare una bella botta di vita, ma basta fare due calcoli due, e ci si accorge che nel giro di due giorni, comprando dei semplici biglietti si sarebbe speso di più. Inoltre con l'abbonamento ti viene dato un carnet di sconti per musei e attrattive varie della città.

Prima tappa a Notre Dame, invasa dai turisti, nonostante siano appena le 9 del mattino. Cattedrale ancor di più affollata per via di una funzione in corso. Scartiamo al volo l'ipotesi di inerpicarci fin sul tetto della cattedrale e ci dirigiamo verso il forum di Les Halles, uno dei punti commerciali della città, che da Notre Dame è solo a poche centinaia di metri, perfettamente raggiungibile a piedi.

Iniziamo ad avere fame, porto Pao in un angolo di Les Halles dove c'è un chiosco che vende crepes, panini ed altro, chiosco che non era nuovo alla sottosctitta, difatti l'ultima volta che sono passata per Parigi ero solita fermarmi da quel creppettaro tutte le volte che potevo, sono stata molto felice di prendere di nuovo una crepe li a distanza di 3/4 anni.

Dopo colazione ci muoviamo verso gli Champes Elyses, dove incrociamo i primi capannelli di maidenisti.
Ci si saluta, sorrisi amichevoli e gesti rituali del popolo degli Iron Maiden "A ce soir" ci dicono tutti. E' bello incontrare gente per strada che non conosci, che ti saluta con calore ed amicizia, perchè anche tu come lui sei un esule della società, perchè tu come lui indossi una maglietta, che è molto più di un vestito.

Dopo aver percorso èiù di metà degli Champes ci dirigiamo in albergo, prendiamo possesso della stanza, e dopo esserci riposati un attimo ed avere bevuto il peggior caffè del mondo in una brasserie vicino l'albergo andiamo al Parco dei Principi.
Sono solo le due del pomeriggio, ma sappiamo che se vogliamo vedere il concerto degnamente dobbiamo soffrire in coda per diverse ore.
Attesa che tutto sommato passa anche velocemente. I francesi sono persone tranquille, al contrario degli spagnoli che appena possono bevono l'impossibile, c'è un momento durante la fila davanti allo stadio in cui succede di tutto: volano preservativi gonfiati, volano cuscini, un vecchietto, dal quarto piano di casa sua, annaffia la folla accaldata.

Le cinque!
Aprono i cancelli. Si corre verso la prima fila, si lotta per arrivare a prendere il pass per la zona subito sotto il palco. Il braccialetto è giallo fluorescente e ha scritto sulla sua superficie di plastica IRON MAIDEN - Devant le scene. Lo sfoggio con giusto orgoglio al polso sinistro, come un trofeo di battaglia.

Sei e mezzo attaccano i Within temptation, che secondo me sono 1000 volte meglio dei Lacuna Coil (fin troppo idolatrati...), e poi i Dream Theater, che suonano mostruosamente, ma con una scaletta ridotta. Portnoy indossa una maglietta del Paris St. Germain, tanto per rimanere in topic...

E alla fine i Maiden!
Stessa scaletta di Bologna, ma la posizione migliore mi fa goderea a pieno lo spettacolo, Bruce canta e salta come un pazzo, parla in francese con tutto il pubblico, è decisamente in forma, come tutti del resto, nella loro performance traspare una soddisfazione che non avevo avvertito in quel del GOM.
Fuochi di artificio e fiamme, un diavolo gigantesco su the number of the beast ed una sinnfonia di led blu sul refrain, che vanno a disegnare un 666 luminoso.
Ormai non si può dire nulla a questi 6 signori, sono i Maiden e le cose le fanno bene.

Domenica.
Sulle note di Phantom of the Opera, andiamo a visitare lOpera di Parigi. Una sola parola per descriverla: sfarzosa.
Dopo l'Opera porto Pao alla Citè alla Villette, ci passiamo tutta la mattina e parte del pomeriggio. Pao inizia a spiegarmi un pò di matematica e fisica, e mi inizia al magico mondo dei frattale.
Dopo la Citè torniamo sugli Champes (passando per Palais Royal, l'Ouvre e i giardini delle Tuleries), andiamo da Virgin e vediamo una cosa che per noi italiani appassionati di fumetto ha dell'incredibile: un intero piano del grande magazzino è dedicato ai fumetti, qualunque tipo di fumetto dalle BD francesi, ai comics e i manga. Qui i fumetti vengono un pò bisfrattati, in Francia invece sono trattati con il rispetto che si meritano. Loro si che sono un paese civile.

Infine un giro a Place Vandome e poi torniamo verso Bercy, dove il nostro treno ci aspetta al binario.

Friday, June 24, 2005

Wednesday, June 22, 2005

Lavatrice: Traditrice!

Perchè ci ha tradito??
Perchè proprio da te questo non me lo aspettavo???

Ti rendi conto di quanto ci costereà questa *TUA* presa di posizione?


Inaspettata ed indesiderata come una doccia gelata in gennaio, mi tocca comprare una nuova lavatrice, perchè quella che ho ora è troppo grossa e non entra in bagno, che è altresi troppo piccolo (mi viene da piangere tutte le volte che lo vero... meno male che non sono claustrofobica..).
Sono andata a Mediauord a farmi un idea di quanto potesse costarmi in più uno scherzo del genere...

Colpo apoplettico, con successiva paresi facciale e svenimento tragico stile cinema muto di Hollywood (avete presente la pomposità del finale de "Il viale del tramonto"??). I prezzi delle lavatrici sono tra i più assurdi ed incoerenti del mercato (un pò come quelli dei cordless), partono dai 400 euri, per arrivare intorno ai 600 (ovviamente mi riferisco a quelle di fascia bassa, del tipo "spazio 0")

Ma in queste occasioni non c'è da darsi pervinti, ho sfoderato la mia arma finale: LO SPIRITO KAWAII!

Vi riporto parte del dialogo con il capoclan

Io: "Paaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, la lavatrice costa taaaaaantooooo, non è che me la paghi tu??"
Occhioni, occhioni e occhioni e accidentalmente tempesta di brillantini, come nel più classico degli shojo manga.
Lui: "..."
Silenzio imperturbabile, il silenzio dell'uomo che non deve chiedere mai, dopodichè alza un sopraciglio, la sua mente calcola i pro e i contro, certo la lavatrice è un bel colpo alla botte, ma non avere più in casa me, e non dovermi pagare ogni volta la lavanderia a gettone è un colpo al cerchio.
Lui sentenzia un : "Ma si da, te la prendo io..." nemmeno troppo burbero.
Conviene che gli conviene comprarmi l'elettrodomestico in questione.

Sollievo generale dei portafogli mio e del consorte.

Tornando a bomba, nel campo letterario, ho finito Il paradiso degli orchi.
Non ho iniziato subito La fata carabina, per due semplici motivi. Uno è di natura prettamente materialista: non lo avevo in casa... devo comprarlo.
L'altro, invece, era un vizio di forma: avevo bisogno di sapere la cronologia esatta della saga del malaussene, ed internet alla mano, e grazia a nostra signora dei motori di ricerca (Si Google, sto parlando di te :P) ho trovato questo link alla wikipedia italiana

Però, ormai sono nella spirale della lettura, e non potevo starmene con le mani in mano, quindi ho iniziato Tara Duncan e i sotileganti, libro per ragazzi regalatomi dal Generalissimo L.
Tara_Duncan

Allora la mia prima impressione è un pò così.
L'incipit è terribilmente uguale a Harry Potter, mentre scorrevo le pagine dei primi capitoli mi ripetevo mentalmente "Speriamo che non sia un banale emulo del Potter, come ce ne sono tanti.." e forse mi devo smentire, se la narrazione prosegue su un registro più fantastico su Altromondo (il mondo fantastico parallelo alla Terra, dove si svolge gran parte della vicenda), ma potrò affermarlo con più certezza solo tra qualche giorno.
Ti interessa???

Intanto ora esco, destinazione Feltrinelli di piazza Duomo... La fata carabina attende i mieie 7 euri :D

Tuesday, June 21, 2005

Il paradiso degli orchi, is paradiso no more

Mi sono appena sveglita dopo un sonno pieno di sogni di stampo pennachiano
estensione onirica di quello che stavo leggendo.
La cosa non finisce qui, rivedo alcune bizzarrie del malaussen e famiglia in me, non tanto il suo vittimistico impiego, ma per lo più degli aspetti minori.

Io vedo gli Orchi di Natale!
Nonostante abbia finito lo stage, la tensione che mi si è cucita addosso, non ne vuole sapere di scemare. Me ne sono accorta ieri notte (dovrei dire questa mattina??), Nel buio le ombre tessevano per i miei occhi grottesche figure, distorsioni della mia mente, mostri della natura e della forma più svariata.

Inquietudine.
Questo mi succede solo quando arrivo a picchi di stress preoccupanti, in più la mia faccia ha subito un esplosione di foruncolini vari (per di più!), altro segno. Ultimo sintomo di infermità temporanea dovuta ai nervi oggi pomeriggio: mi sono addormentata secca sul divano!

La stanchezza della rassegnazione.

Stanchezza che ha portato la macchina dei miei sogni ad elaborare gli ultimi stimoli impartiti al groviglio sinaptico (benedetta pigrizia...).
Il risultato è stato un inedito Pennac, carico di dejà vù onirico.

Mi chiedo quanti giorni sarano necessari per finire il trasloco, la roba in camera mia sembra non finire mai...
Stanotte altri Orchi.

Friday, June 17, 2005

SPESE PAZZE!

Eh si!

E' arrivato il momento di spendere taaaaaaanti sold per rendere la mia umile dimora un vero paradiso in terra!

Oggi ho iniziato con il televisore nuovo: un bel lcd da 20' che funge anche da monitor per pc alla modica cifra di 399 euri.
Poi ho comprato l'oggetto dei miei desideri, ciò che renderà la colazione un'esperienza unica ed impareggiabile: la MUKKA della Bialetti, una macchina per fare il cappucino (39 euri in offerta da Kasanova... quel posto fa troppo vita coniugale, tutte le volte che ci entro i cartelli "LISTA NOZZE" troneggiano imperiosi, facendomi sentire in dovere di fiori d'arancio... mio dio...)

E domani si continua!
Lettore combo DVD/VHS con supporto *.mp3 *.jpg *.divx e chi più ne ha... della LG a 169€
Scanner della Canon a 129€ (FINALMENTE!), micronde a 50€ e un telefono cordless (oggetto che ho sempre bramato, per la sua estrema comodità, e non ho mai posseduto...).

E poi contratto con Sky, e con Fastweb (con appartamento con tecnologia WiFi!!!)

Per la serie il lavoro paga, lasciatemi godere dei lussi mondani :D

Thursday, June 16, 2005

tempo dio trasloco

E così, piano piano, un pezzetto della mia vita per volta, sto trasportando tutti i miei averi da una casa all'altra.

Non mi ero accorta di quanti fumetti avessi accumulato in questi anni. Sono decisamente troppi.
E stasera altra tornata di trasbordi vari.
Zaini carichi di nuvole di carta!

Ma chi me lo ha fatto fare, potevo trovarmi un hobby meno ingombrante...

Tuesday, June 14, 2005

Niente di che...

panda_saotome

Ecco come mi sento oggi
Pigrizia Impert

Dormito
grattato
dormito

diary_of_a_wombat

Friday, June 10, 2005

Ready, steady...

GO!

Trooper

Ci vediamo domani al GOM!

Thursday, June 09, 2005

secca

Il mare è in secca oggi.
Tutto tace. L'acqua è uno specchio immobile placido e silente.

Tutto questo per dire che non ho fatto granchè oggi, le solite cose, risposto a qualche mail, mandate delle modifiche al progetto F4 a chi di dovere, sbrigato qualche lavoretto da poco qui allo stage ecc ecc.

Tutto questo in attesa delle 13.00, ora in cui per oggi mi darò alla macchia dall'ufficio. Domani finisco lo stage!

Pao oggi è a Londra per lavoro e rientra stasera Tardi. Dopo sento Vale per vedere di lavorare un pò al progetto STI.
E intanto, che non ho nulla da fare, progetto mentalmente il mio sito entropico, il sito di Metalheadz (altro progettino mio personale che ho per le mani!) e anche altra roba, che non mi viene in mente, ma che sicuramente sto pensando :P

Mab in multitasking and multithinking mode!

Wednesday, June 08, 2005

Octavarium: la fenice sorge dalle sue ceneri

Octavarium_cover

E' uscito negli USA, e lo si trova in alcuni negozi online, da noi arriverà entro un paio di giorni.
L'intrepido Tetsuya è riuscito a girarmi una copia di sgamo!

Disco non del tutto metabolizzato (sono solo al terzo ascolto) ma globalmente devo dire godibile.
Finalmente dopo un poco convincente Six Degrees of Inner Turbolence, ed un alquanto deludente Train of Thought, i Dream Theater tornano con un bel disco, ricco di variazioni sonore ed influenze: Theese Walls mi ricorda i Toto, I Walk Beside you cita in un certo modo gli U2 melodici di Where the streets has no name e Octavarium, una variegata suite da più di 20 minuti, richiama i Genesis, e ci riporta ai fasti di A Change of Season!

Octavarium è un cambio di registro e di stile per i DT, che decidono di abbandonare le influenze dei Metallica, per ripiegare su uno stile più semplice (si fa per dire) e melodico, per un approccio meno improntato su un virtuosismo inutile e ridondante, ma più easy listening. Come al solito non mancano le citazioni a loro stessi, si riconosce chiaramente un passaggio Endless Sacrifice in The Root of All the Evil, a citazioni più fini che si rifanno ad Images and words, Falling into Infinity e Scenes from a Memory.

Parlando d'altro ieri sera ho finito il labeling delle voci di menù del sito entropico, è una cosa carina e malata di mente: vedrete vedrete ^__^

Tuesday, June 07, 2005

Gaiman Strikes back!

Doppio post sul blog del chaos cosmico, mosso da una sensazionale scoperta in ambito letterario!

Anansi_boys_cover

Finisco di leggere American Gods, ed ecco che mi spunta Anansi Boys, spinn off del Signor Nancy di American Gods.
Bene bene ^__^

Sono felice!

E' finito!

Feast_for_crows

A feast for crows è finito!
Saranno approssivamente 1700 pagine epiche, ma la cosa incredibile è che le vicende di westeros non finiranno qui!
E' in lavorazione Dance with dragons, ed il Buon George R.R sul suo sito dice che ne ha scritto una buona metà.

Adesso vedremo che cosa succederà, anche perchè dopo A storm of swords, dove di cose ne sono successe ed in abbondanza, bisogna vedere cosa si è inventato (e so che non rimarrò delusa dal genio di questo autore :D)

Parlando sempre di libri ieri sera discutevo con Fu, del mio rapporto con i libri, più che con la lettura.

Considero un libro un forziere di un grande tesoro, e quando dico un libro, intendo proprio l'oggetto fisico. Adoro sfogliarne le pagne, quelle pagine imbevute di magia o conoscenza, il rumore delle pagine che si voltano, la trama della cellulosa, il colore delle pagine (quell'arcobaleno che va dal bianco accecante della carta appena stampata, al beige della carta invecchiata) e l'odore della carta.
I libri sono scrigni di ricordi, e non è poi così strano trovare degli appunti sulle pagine, del fiori o dei ritagli di giornale all'interno dei miei libri, perchè quelle memorie fuggiasche si legano indissolubilmente a quel libro in particolare ed a quel momento.

Ed ecco il racconto di come io vivo tutto questo.
Vi parlerò di alcuni dei ricordi legatgi ad American Gods, che ho finito di leggere ieri

La rosa, la bara e il lavoro.
American Gods.

La rosa
Camminando per la strada, sulla via del lavoro incontro sempre un chiosco di un fiorista, quei colori e quei profumi mi mettono sempre di buon umore. Un libro stretto in mano, davanti a me un petalo di rosa rossa, intenso come il sangue, solo e dimenticato sull'asfalto scuro, ormai considerato inutile, mi guarda e mi urla "Salvami".
Lo raccolgo, lo metto in salvo, al sicuro, tra le pagine del libro, d'ora in poi sarà immortale, per sempre mio. La bellezza è anche in queste cose che nessuno coglie.

La bara
Storia di Anubi e Toth.
Una agenzia di pompe funebri pubblicizza la sua attività sulle pagine di un quotidiano.
Un colpo di forbici - ZAC - il signor Ibis e il signor Jaquel nella quiete della loro camera per le imbalsamazioni. Così mi piace ricordarli. "Nel dolore non farti cogliere impreparato", un altro ricordo solo per me, nelle pagine del mio libro.

Il lavoro
Andare e venire tutte le mattine.
E' come un rituale: senza accorgertene percorri gli stessi passi, guardi le stesse cose lungo il tragitto, incroci le stesse persone, ed i pensieri di tutti si focalizzano su un solo obbiettivo: IL LAVORO.
E' una sorta di preghiera silenziosa a dei nuovi Dei, e questi nuovi Dei li vediamo ovunque: sono il mio portatile e la musica del mio iPod, sono le tue scarpe di marca, è l'ego del tuo capo ufficio che si crogiola nella sicurezza del potere che può esercitare su di te all'interno della scala sociale.

E quando uno arriva alla fine cosa fa?
Chiude il libro, e ne inizia un altro.
E così la storia si ripete, altre memorie ed altri tesori.

La vita è vasta ed infinita.

Monday, June 06, 2005

vacanze???

Per la serie: perchè finisce sempre che durante le vacanze lavori di più che durante il resto della settimana???

E così è stato per me, tra uno scatolone del trasloco e delle presentazioni da consegnare ad un editore e a dei disegni da buttare giù per un sito che ho in ballo.
Va a finire che sono sempre di corsa.

Comunque mi sono divertita in un certo modo in questo WE un pò più lungo del solito: sono andata all'ikea (e vi ricordo che sono nel fanlisting :P) e ho comprato 3 librerie per mettere tutti fumetti e soci, e poi una credenza nuova per la cucina :D

Questa settimana poi ci daremo al tecnologico ^^
Sono in arrivo un pò di gingillini, tra cui uno scanner nuovo, la tv, il lettore dvd combo vhs (ho millemila videocassette a casa, sarebbe brutto non poterle più vedere ;__; )il forno a microonde e poi la caffettiera mukkata della bialetti per il cappuccino *___*
Mukka_Bialetti
Non è un amore??????

In più devo ancora recuperare ancora qualche mobile per la casa, e montare delle mensole, e spostare tutta la mia roa informatica da una casa all'altra, già piango al pensiero di farmi 4 piani di scale con la lavatrice a mano...

Sabato sera ho visto steamboy al cine...

Locandina_SB

E' un film assolutamente eccezionale dal punto di vista tecnico, animazioni incredibili, disegni splendidi, ambientazione interessante, ma in tutto questo belvedere mi è sfuggita una cosa: la trama!

Pao dice che la trama di Steamboy era insieme a quella di Ep.3 a prendersi un caffè...
Molto probabile.

Oggi finisco American Gods, e poi attacco o il paradiso degli orchi di pennac (lo so che non è un libro fantasy :P) oppure Arabath di Clive Burker :D

E questa settimana finisco lo stage!
E ci sono anche gli Iron Maiden!!!!!

Trattengo il respiro fino a sabato e poi sarà delirio!

Thursday, June 02, 2005

la vendetta sulla vendetta dei sith

Tratto da Kirjava's Journal

"Mio Marito è un Sith!
va un casino quest'anno

La Padme si acquatta dietro ad una colonna. Anakin Skywalker per gli amici Ani -un nome una garanzia- sta tornando da Isengard dopo aver decapitato Saruman . Viene accolto dal Senato Spaziale, la banda di Pozzuoli e Chubekka alla guida di un Grinta Polizei Peg Perego. Siccome la sua storia con Padme deve restare un segreto le fa cucù davanti a tutti, estrae la spada laser e incide i loro nomi sul pavimento di marmo ordinando in viva voce centoquarantasette orchidee all'interflora. Lei con i lucciconi agli occhi gli confessa di essere incinta ed e qui in questo preciso istante che il genio di Lucas diventa leggenda.
Anakin Skywalker si trasforma in una statua di gesso. Si nota chiaramente il fumetto in sovraimpressione :"Porcatroia".
L'avete visto? Avete contato gli infiniti secondi che separano l'annuncio dalla successiva reazione?
E' t e r r o r e allo stato puro.
Star Wars entra così di diritto nella categoria thriller psicologico.

Poi scusate... due gemelli alla prima botta.
Rabbrividiamo."

Questa invece è una mail che sta girando, non so chi sia l'autore, ma è un GENIO!!!

"TANTO TEMPO FA, IN UNA GALASSIA LONTANA LONTANA...

...non esisteva l'ecografia.

Al solito, c'è un gran casino: gente che vola, gente che si mena, spade laser e laser senza spade. Anakin e Obi Wan sono in missione per salvare il candidato repubblicano George Bush, rapito dal conte Dracula. I nostri eroi aprono quindi il film piroettando, prima sui loro caccia stellari, poi sul ponte di un incrociatore altrettanto stellare. Nel frattempo non fanno altro che dire sonore stronzate, accompagnati in questo da chiunque stia loro attorno.

Ad ogni modo, i suddetti eroi fanno un gran casino con l'ascensore e arrivano da Dracula.
Comincia un duello spettacolare ed emozionante, durante il quale Obi-Wan perde i sensi e Anakin si trova a combattere da solo con il conte.
Gli fa il culo, gli taglia le mani (deve essere una cosa che insegnano all'accademia dei Jedi) e poi gli punta le spade al collo.

George Bush: "Uccidilo."
Anakin: "No, dai, non mi sembra il caso."
George Bush: "Uccidilo."
Anakin: "Ok."
SWOOOSH

Succede un altro po' di casino, c'è una scena divertente con la gente che corre in verticale e i nostri eroi arrivano a incontrare l'oscuro capo dei robot, Action Figurous. Figurous ha la tosse (l'ha presa partecipando al cartone animato, si vede che faceva freddo), ma fa lo spocchioso e si dimentica che C1P8, il figlio di R2D2, oltre vent'anni fa aveva salvato Luke Skywalker, il figlio di uno dei suoi prigionieri, da Jabba de Hutt, il figlio di Barbapapà. Infatti lo lascia libero di agire e il risultato è che i potenti cavalieri Jedi se la sfangano un'altra volta, anche se Figurous riesce a scappare.

Si torna sul pianeta della repubblica, si dicono un altro po' di fesserie e poi Anakin si allontana velocemente dal senatore che sarà il padre adottivo di sua figlia. Il senatore fa uno sguardo come per dire "lo so che vai a chiavare perché l'ho letto sul copione, ma non lo so, quindi vai tranquillo".

Natalie Portman: "Ti amo."
Anakin: "Non ci vediamo da quando ci ha sposato Elvis in segreto sul pianeta di Pippo, me ne fotto che mi ami, voglio chiavare!"
Anakin tenta di slinguarsela.
Natalie Portman: "No, dai, non qui, che ci possono vedere. E comunque sono incinta."
Anakin: "Ma va! Figata, da quanto? No, perché non si nota! Cosa sei, al secondo mese?".
Natalie Portman: "Non saprei, tieni conto che viaggiamo nello spazio ma non siamo neanche in grado di fare un'ecografia per scoprire che aspetto due gemelli, quindi la situazione è delicata"
Anakin: "Ottimo, chiaviamo."

Intanto, Action Figurous riceve l'ordine di trasportare i russi e gli altri separatisti su Mustafà, un pianeta che un tempo rappresentava la principale fonte di petrolio della galassia, prima che Saddam Hussein gli desse fuoco trasformandolo nell'Etna.

Nel frattempo una Natalie Portman ormai al quinto mese e un Anakin arrapatissimo, nel tentativo di tenere un basso profilo e non far scoprire la loro tresca amorosa, decidono di andare a letto insieme nella suite imperiale, confidando nella discrezione del concierge. Natalie Portman, però, chiede ad Anakin di non fare l'amore, ma di stare abbracciati tutta la notte che sarà bellissimo lo stesso. La cosa mette addosso al prescelto un po' di nervosismo, al punto che sogna di vederla morta. Il nostro eroe si sveglia di soprassalto e, invece di tirarsi una sega o farsi una bella doccia fredda, va a parlare con Gigi la trottola. Questi gli ricorda che un bravo Jedi non deve chiavare, come del resto testimoniano i brufoli di Obi-Wan

Ancora più turbato, Anakin decide di andare a parlare col suo mentore, George Bush.
George Bush è un noto pedofilo e ci è rimasto malissimo quando ha scoperto che, fra Episodio I ed Episodio II, il bimbo di cui si era invaghito è invecchiato di dieci anni. George Bush è anche il più grosso figlio di puttana dell'universo. L'hanno capito perfino gli Jedi, che questo tizio ha qualcosa che non va. E gli Jedi, come Lucas si è premurato di spiegarci abbondantemente in questa nuova trilogia, sono la più grossa congrega di rincoglioniti dell'universo. Del resto, Anakin è il prescelto fra gli Jedi, quindi torna abbastanza che sia ancora più rincoglionito di loro.

Ad ogni modo, George Bush si palleggia Anakin ormai da sei anni e sa rigirarselo meglio di un marshmallow su un fuoco da campo. Così, astutamente, decide di eleggerlo membro del club delle giovani marmotte, cui fanno capo tutti gli jedi più potenti, fra i quali segnaliamo in particolare Jules e Gigi la trottola.

Jules: "Ok, ti permettiamo di stare nel club, però scordati la carica di Gran Mogol."
Anakin: "Che cazzo dici? Questo è un oltraggio!"
Jules: "Siediti."
Anakin: "Ok."

Dopo un'interessante seduta del club, gli Jedi si scambiano le spille e si congedano. In corridoio Obi Wan, che essendo l'ultimo arrivato viene costantemente nonnizzato da tutti gli altri Mogol, è costretto a dire ad Anakin che in realtà lui non conta un cazzo e l'hanno preso solo perché così può fare la spia sulle attività di George Bush.

Anakin torna da Natalie Portman (ormai all'ottavo mese) piuttosto infastidito, e i due si mettono a parlare di politica.

Natalie Portman: "Dai, adesso che sei amico dell'imperatore, digli di porre fine alla guerra."
Anakin: "No, che cazzo, ora pure tu ti approfitti delle mie amicizie?"
Natalie Portman: "Di che stai parlando?"
Anakin: "No, niente."
Natalie Portman: "Abbracciami."
Anakin: "Ok."

Anakin si indispettisce e racconta tutto a un compiaciuto George Bush.

George Bush: "Sai, il lato oscuro della forza offre prospettive interessanti"
Anakin: "Che cazzo dici? Guarda che i Sith sono cattivi e gli Jedi sono buoni!"
George Bush: "Il mio maestro resuscitava i morti."
Anakin: "Ok."

Mentre se lo palleggia con un po' di fesserie sul vecchio saggio dei Sith, George Bush dice ad Anakin di aver sgamato il pianeta su cui sta nascosto Action Figurous, che ha deciso di prendersela comoda prima di partire per l'Etna.
Tutto contento, Anakin va a svelarlo al consiglio dei Gran Mogol, nella speranza di ottenere in cambio una bella spilletta. Non solo non gli danno la spilla, ma gli ricordano pure che lui non conta un cazzo, dicendogli che dovrà restarsene a casa mentre Obi-Wan si becca tutto il divertimento.

Obi-Wan: "Ti ho insegnato tutto, e l'allievo ormai ha superato il maestro."
Anakin: "Però, finché sto sulle palle al consiglio dei Gran Mogol... "
Obi-Wan: "Sereno, che prima o poi la spilla arriva."
Anakin: "Ok."

Congedatosi dall'amico, Anakin torna a trovare Natalie Portman.

Natalie Portman: "Obi-Wan è stato qui."
Anakin: "Lo sapevo, mi metti le corna!"
Natalie Portman: "Ma va, era solo preoccupato per te."
Anakin: "Ok."

Natalie Portman tira un sospiro di sollievo.

Obi-Wan arriva da Action Figurous, che nel frattempo ha fatto scappare tutti i vari separatisti, e tenta di ficcargli le dita negli occhi.
Non ci riesce per colpa delle lame rotanti.

Intanto, Anakin va a trovare George Bush e gli confessa di essere turbato.
George Bush capisce che è il momento di fare la mossa.

George Bush: "Sai, io conosco il lato oscuro. Se vuoi te lo insegno."
Anakin: "Occazzo, sei Macchia Nera! Ti ammazzo."
George Bush: "Ti insegno anche a fare i fulmini con le mani."
Anakin: "Ok."

Intanto Obi-Wan sconfigge Action Figurous usando il più classico trucco dei cavalieri Jedi: appendersi con le mani all'orlo di un precipizio e far credere all'avversario di aver vinto per coglierlo di sorpresa.

Anakin va da Jules e, per fare il figo e conquistare la spilletta, gli racconta tutto.

Anakin: "Oh, George Bush è Macchia Nera."
Jules: "Che cazzo dici?"
Anakin: "George Bush è Macchia Nera."
Jules: "Ok."

Pausa drammatica.

Jules: "Vado a fargli il culo, tu resta qui."
Anakin: "Voglio venire anche io!"
Jules: "Senti, ti sei guadagnato la spilletta, ma vedi di non rompere i coglioni: resta qui."
Anakin: "Ok."

Jules e altri tre Jedi prendono una cinquecento e ci impiegano tutto il pomeriggio per raggiungere George Bush. Nel frattempo, Anakin va a riflettere nella sede del club. Lì si alza e si mette a fissare fuori dalla finestra, in direzione dell'appartamento di Natalie Portman. Natalie Portman (ormai al nono mese) si alza dal divano e va a fissare fuori dalla finestra, in direzione del club.

Anakin è combattuto: sa che la spilla gli farà fare un figurone e potrebbe fargli guadagnare una bella sgroppata con Natalie Portman. Oltretutto è sempre stato un suo sogno farsi una donna incinta. Allo stesso tempo, però, ci tiene tantissimo a imparare a fare i fulmini e per questo gli viene da piangere.

Contemporaneamente Natalie Portman si chiede se per caso il figlio che aspetta sia stato concepito in quella notte di follia con Obi-Wan. L'importante, comunque, è che non nasca scuro di pelle. Questo pensiero la fa piangere.

Anakin decide che vuole imparare a fare i fulmini e corre a prendere il jet.

Intanto, Jules e i tre jedi sono arrivati da George Bush.

George Bush: "Oh, sei arrivato in anticipo. Vuoi un caffè?"
Jules: "Sei in arresto."
George Bush: "Che fai, cerchi rissa?"
Jules: "Sei in arresto."
George Bush: "Guarda che questo è tradimento."
Jules: "Sei in arresto."
George Bush: "..."

Comincia uno spettacolare duello, durante il quale George Bush ammazza subito i tre Jedi, ma fa una fatica boia con Jules, al punto che deve ricorrere ai fulmini. Proprio in quel momento arriva Anakin che, a giudicare da quanto poco ci ha messo, ha una Ferrari. Vedendo i fulmini che tanto desidera saper fare, Anakin non ci capisce più nulla.

George Bush: "Uccidi il negro."
Anakin: "Non mi sembra il caso. Non è neanche politicamente corretta, come cosa."
George Bush: "Uccidilo."
Anakin: "Ok."

Anakin taglia la mano a Jules (deve essere una cosa che insegnano all'accademia dei Jedi) e poi George Bush lo spinge giù dal cornicione usando i fulmini.
Vedendo come il rinculo dei fulmini ha ridotto la faccia di George Bush, Anakin si chiede drammaticamente "Cosa ho fatto?!?", ma prontamente George Bush si alza in piedi.

George Bush: "Ti insegno a fare i fulmini con le mani."
Anakin: "Sarò il tuo cane."
George Bush: "Ottimo, ammazza tutti gli Jedi."
Anakin: "Ok"

A questo punto il film diventa drammatico, cosa che ci viene sottolineata molto bene dal cambio di registro della colonna sonora.
Anakin uccide tutti gli Jedi a portata di mano, compresi un po' di bambini che, stupidamente, si fidavano di lui.

Gli Jedi in giro per la galassia vengono attaccati dai cloni di Jonah Lomu e muoiono tutti tranne Gigi la trottola e Obi-Wan, che sono molto più furbi di un giocatore di Rugby neozelandese.

Anakin torna a casa da Natalie Portman (che comincia a preoccuparsi perché non le sono ancora venute le doglie).

Natalie Portman: "Che succede?"
Anakin: "Gli Jedi han tentato un colpo di stato, li ho uccisi tutti."
Natalie Portman: "Non ci credo."
Anakin: "Credici."
Natalie Portman: "Ok."

A questo punto la situazione precipita in maniera molto serrata, quindi, per non perdere il filo cercherò di fare una scaletta.

- Anakin va sull'Etna e ammazza tutti;
- Natalie Portman va ad assistere all'elezione di George Bush come nuovo imperatore e dice "Così muore la democrazia. Sotto uno scrosciante applauso";
- Anakin ha la congiuntivite;
- Obi-Wan e Gigi la trottola vanno al club delle giovani marmotte e trovano tutti morti. La telecamera della sicurezza, però, ha sgamato Anakin che uccideva i bambini. Obi-Wan è sconvolto;
- Anakin piange;
- Obi-Wan ci prova con Natalie Portman, ma lei non ci sta. Prima di andarsene, Obi-Wan vuole assicurarsi di non essere stato lui a metterla incinta e per questo gira attorno alla cosa chiedendole se il figlio è di Anakin. Natalie Portman trattiene a stento le risate e si limita a non rispondere;
- Natalie Portman parte per andare da Anakin, ma Obi-Wan si nasconde sulla sua nave.

Gigi la trottola si presenta nell'ufficio di George Bush.

Gigi la trottola: "Vuoi botte?"
George Bush: "Ti tiro una pizza in faccia."
Gigi la trottola: "Pedofilo."
George Bush: "Ricchione."
Gigi la trottola: "Ti spacco il culo."
George Bush: "Ti schiaccio come un brufolo."
Inizialmente Gigi la trottola sembra più forte, poi però gli spiegano che se vince non si può fare il telefilm di collegamento fra questa trilogia e la vecchia. Decide quindi di darsela a gambe.

Arriviamo così al dunque.

Anakin: "Ti amo e so fare i fulmini con le mani."
Amidala: "Obi-Wan aveva ragione!"
Anakin: "Sei una zoccola."
Natalie Portman: "Non ti riconosco più."

Anakin prova a strozzare Natalie Portman con la forza.

Obi-Wan: "Smettila."
Anakin: "No."
Obi-Wan: "Smettila."
Anakin: "Ok."

Comincia un lungo duello che porta i due a scontrarsi in mezzo alla lava e a combattere per un bel po'.

Improvvisamente Obi-Wan si ritrova in posizione di vantaggio.
Obi-Wan: "Hai perso, sono in posizione di vantaggio."
Anakin: "Ma non dire cazzate."
Obi-Wan: "Attaccami e sei morto.
Anakin: "Ok."

Anakin fa un salto mortale e atterra senza una mano ed entrambe le gambe (deve essere una cosa che insegnano all'accademia dei Jedi).

Obi-Wan: "Te l'avevo detto."
Anakin: "..."
Obi-Wan: "Eri il prescelto."
Anakin: "..."
Obi-Wan: "Io ti volevo bene."
Anakin: "..."
Obi-Wan: "Eri come un fratello, per me."
Anakin: "..."
Obi-Wan: "Mi sono chiavato tua moglie."
Anakin: "TI ODIOOOOOO!!!"

Anakin prende fuoco e agonizza, Obi-Wan se ne va.
Nel frattempo a Natalie Portman si sono rotte le acque.

A questo punto George Lucas estrae il taccuino e spunta piano piano tutte le cose che i fan gli hanno chiesto di spiegare.

1. l'imperatore fa mettere sotto vuoto Anakin, che si alza e imita il mostro di Frankenstein;
2. le ecografie si possono fare, ma solo in caso di emergenza;
3. Natalie Portman muore di parto, non prima di aver battezzato i due gemelli e aver svelato ad Obi-Wan che in fondo Anakin non è cattivo;
4. Leia viene affidata al senatore malizioso, mentre Obi-Wan si porta via Luke, che in fondo potrebbe essere suo figlio;
5. Gigi la trottola spiega a Obi-Wan come parlare con Liam Neeson, che è morto, ma è ancora vivo e gli deve spiegare come diventare un fantasma nei film della vecchia trilogia;
6. cancellano la memoria al droide inglese;
7. George Bush e Anakin, che adesso si chiama Lord Darth Vader Fener, osservano assieme a Van Helsing la costruzione della prima Morte Nera: ci vorranno vent'anni e sarà un fallimento. Per fortuna la seconda, un fallimento anche peggiore, ne richiederà solo sei;
8. Obi-Wan affida Luke, il gemello maschio, ai suoi zii adottivi. Gli zii si mettono a osservare il doppio tramonto. Lo zio si segna un appunto mentale sulla necessità di aggiustare la radiolina. Che non è possibile che ogni sera debba sempre partire la stessa musica alla stessa ora;
9. Kevin Smith ha diretto Jersey Girl.

Fine."

Wednesday, June 01, 2005

Referendum e democrazia.

Aderisco anche io a questaq iniziativa, ogni tanto questo bloggo fa informazione, ma soprattutto controinformazione.

referendum fecondazione assistita e libertà di ricerca scientifica
Io non mi astengo
il 12 e 13 giugno
ai Referendum voto 4sì

La mensa di mediaset è buona!

Titolo che la dice lunga sulle mie disavventure di ieri :P

Giornata spesata dal Cavaliere ieri, con taxi pagato all'andata ed al ritorno e pranzo offerto dalla premiata ditta Mediaset e figli.

La mensa aziendale, scusate, il ristorante aziendale (come lo chiamano loro sui cartelli degli studios di cologno) è una figata, con un buono pranzo puoi mangiare:

1 primo
1 secondo
1 contorno
dolce o frutta
e beveraggio

Alla faccia della fame nel mondo :P

Ieri, causa sciopero e benestare della produzione del mangaus ho anche provato l'ebbrezza di prendere un taxi da sola, esperienza mai fatta prima. Il tassista del ritorno era un chiacchierone molto simpatico, e abiamo passato tutto il tragitto a parlare di cartoni animati anni '70 :D ed ho potuto sfoderare tutta la mia cultura fandom, con sommo stupore del Christian-tassista ^^.

Saltando dal palo alla frasca, parliamo del concerto dei System!
Gran scaletta che ha causato un attacco di fondamentalismo puro in tutto il Filaforum. Ho assistito con mia somma gioia ad una fusion tra il pubblico dei Blind Guardian, degli Slayer e dei Maiden!

Perchè proprio questi tre gruppi??? Semplice, perchè il pubblico dei Guardian canta senza posa fino alla fine, quello degli Slayer poga, salta e si agita come in una battaglia campale sotto le note martellanti della premiata ditta Araya, Hanneman, King e Lombardo, e quello dei Maiden esulta con reverenziale adorazione i suoi idoli, e così è stato per i system: un coro di più di 12000 anime ben assortite (c'era davvero di tutto, dai punkettoni purosangue, a metalheadz incalliti, passando per indie, fighetti, ed insospettabili professionisti!) che cantava fino alla fine e ha dato vita ad uno dei pogo più massacranti che abbia mai visto (penso che solo un pogo degli slayer possa essere più devastante).

Momenti davvero emozionanti come su Chop Suey, dove la rabbia di tutti è esplosa in un ruggito collettivo:
"I don’t think you trust
In, my, self righteous suicide
I, cry, when angels deserve to die, die"
Oppure su una Mr. Jack dalle influenze floydiane, o ancora su una toccante Roulette e Aerials, dove il forum si è illuminato come un dannato albero di natale.
Altri di delirio puro (B.Y.O.B, Bounce, Suite Pee ecc)

Unico neo, l'assenza di comunicazione tra band e pubblico, ma forse in tutto quel marasma emotivo, il contatto band pubblico sarebbe stato ridondante.

Orgogliosa di essere stata lì :)
SOAD