Wednesday, June 22, 2005

Lavatrice: Traditrice!

Perchè ci ha tradito??
Perchè proprio da te questo non me lo aspettavo???

Ti rendi conto di quanto ci costereà questa *TUA* presa di posizione?


Inaspettata ed indesiderata come una doccia gelata in gennaio, mi tocca comprare una nuova lavatrice, perchè quella che ho ora è troppo grossa e non entra in bagno, che è altresi troppo piccolo (mi viene da piangere tutte le volte che lo vero... meno male che non sono claustrofobica..).
Sono andata a Mediauord a farmi un idea di quanto potesse costarmi in più uno scherzo del genere...

Colpo apoplettico, con successiva paresi facciale e svenimento tragico stile cinema muto di Hollywood (avete presente la pomposità del finale de "Il viale del tramonto"??). I prezzi delle lavatrici sono tra i più assurdi ed incoerenti del mercato (un pò come quelli dei cordless), partono dai 400 euri, per arrivare intorno ai 600 (ovviamente mi riferisco a quelle di fascia bassa, del tipo "spazio 0")

Ma in queste occasioni non c'è da darsi pervinti, ho sfoderato la mia arma finale: LO SPIRITO KAWAII!

Vi riporto parte del dialogo con il capoclan

Io: "Paaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, la lavatrice costa taaaaaantooooo, non è che me la paghi tu??"
Occhioni, occhioni e occhioni e accidentalmente tempesta di brillantini, come nel più classico degli shojo manga.
Lui: "..."
Silenzio imperturbabile, il silenzio dell'uomo che non deve chiedere mai, dopodichè alza un sopraciglio, la sua mente calcola i pro e i contro, certo la lavatrice è un bel colpo alla botte, ma non avere più in casa me, e non dovermi pagare ogni volta la lavanderia a gettone è un colpo al cerchio.
Lui sentenzia un : "Ma si da, te la prendo io..." nemmeno troppo burbero.
Conviene che gli conviene comprarmi l'elettrodomestico in questione.

Sollievo generale dei portafogli mio e del consorte.

Tornando a bomba, nel campo letterario, ho finito Il paradiso degli orchi.
Non ho iniziato subito La fata carabina, per due semplici motivi. Uno è di natura prettamente materialista: non lo avevo in casa... devo comprarlo.
L'altro, invece, era un vizio di forma: avevo bisogno di sapere la cronologia esatta della saga del malaussene, ed internet alla mano, e grazia a nostra signora dei motori di ricerca (Si Google, sto parlando di te :P) ho trovato questo link alla wikipedia italiana

Però, ormai sono nella spirale della lettura, e non potevo starmene con le mani in mano, quindi ho iniziato Tara Duncan e i sotileganti, libro per ragazzi regalatomi dal Generalissimo L.
Tara_Duncan

Allora la mia prima impressione è un pò così.
L'incipit è terribilmente uguale a Harry Potter, mentre scorrevo le pagine dei primi capitoli mi ripetevo mentalmente "Speriamo che non sia un banale emulo del Potter, come ce ne sono tanti.." e forse mi devo smentire, se la narrazione prosegue su un registro più fantastico su Altromondo (il mondo fantastico parallelo alla Terra, dove si svolge gran parte della vicenda), ma potrò affermarlo con più certezza solo tra qualche giorno.
Ti interessa???

Intanto ora esco, destinazione Feltrinelli di piazza Duomo... La fata carabina attende i mieie 7 euri :D

2 comments:

Federica said...

Anche tu sei entrata nel turbinoso mondo di Pennac!
complimenti, ti aspettano dei momenti bellissimi!!
A letture ultimate ti consiglio di comprare o noleggiare (se lo noleggiano) il DVD di Bisio sul suo monologo teatrale proprio tratto dai libri della famiglia Malussiene.
E' grazie a quello spettacolo teatrale, visto dal vivo, che mi sono avvicinata allo scrittore francese con mia grande soddisfazione.
Ora ho comprato l'ultimo libro di Pennac che non riguarda la famiglia, e ho un po' di timore a leggerlo...

ophy said...

mi spiace per la lavatrice, non osso immaginare quanto costi a dir la verità. in casa mia due anni fa si ruppe la lavastoviglie.. una tragedia! :D