Friday, October 19, 2007

Stardust - il film

Stardust poster

Ovvero, cronaca di una visione annunciata.
Ho adorato il libro, dal quale ho attinto a piene mani per la genesi del mio personaggio bubblewoodsiano (e anche il blog di Mab Stonewolf, è intitolato con una citazione in suo onore), e fin dal primo trailer circolato su internet, il mio hype era a mille.

Il film liberamente tratto dalla novel di Neil Gaiman, mi ha sorpreso piacevolmente, non deludendomi, anche se, come sempre succedse nelle riduzioni cinematografiche, ci sono state molte discrepanze tra opera madre e adattamento.
Dato che oggi ho poco da lavorare, posso concentrarmi nello scrivere un bel post, che analizzi il film a tout court, quindi inizio subito.

Partiamo con l'aspetto tecnico della pellicola.
Il genere fantasy moderno ci ha abbituato, dopo kolossal come la trilogia de il Signore degli Anelli, Narnia e via discorrendo, a standard di qualità molto elevata, per quello che riguarda effetti visivi e scelta delle location.
Gli efetti visivi sono curati fine nei minimi dettagli e non si limitano a semplici fulmini o raggi di energia, ma danno spazio a una straordinaria nave volante cattura fulmini e ad un continuo ringiovanire/invecchiare della strega regina Lamia.
Le locattion sono molto belle, i campi lunghi e la camera che asseconda il continuo movimento dei personaggi sottolinea l'ambientazione fatata. Non so voi, ma quando ho visto la carrellata verticale su Stormhold illuminata, ho avuto la pelle d'oca, trovandomi davanti a quella costruzione massiccia ed imponente.
I costumi, come non soffermarmi sui costumi =) Semplicemente una gioia per gli occhi. La parte ambientata nel mondo degli umani ricostruisce con minuzia lo stile di fine '800 inglese, mentre nel regno delle fate lo stile vittoriano si mescola a quello cappa e spada, dando vita ad un risultato originale e fiabesco.

Regia e montaggio sono ben strutturati, il risultato è il ritmo del film, che armonicamente alterna parti comiche a più serie, azione a scene romantiche e via discorrendo.
Le scelte di adattamento, sono pensate per rendere fruibile al pubblico che non ha letto la storia, eliminando ciò che poteva essere sacrificabile. Il risultato finale è una trama che riprende per sommi capi quella originale, rispettando pressochè fedelmente alcuni punti focali del libro, come la morte del signore di Stormhold, l'introduzione delle streghe regine, la scena della taverna e il viaggio sul carro di Sal.
Personalmente ho apprezzato molto il ruolo di siparietto comico, che hanno assegnato ai fantasmi dei sette fratelli, che nel libro era molto di contorno e non esplicitamente comico, l'ho trovata un'ottima scelta di regia per mantenere il ritmo giusto del film.
Un magnifico Robert De Niro, da vita a Capitan Shakespeare, un adorabile filibustiere vittima della moda, personaggio che nel libro, insieme alla sua ciurma, è marginalmente descritto. La bravura del regista e la maestria di De Niro hanno dato forma e sostanza a una parte di narrazione, che nel libro è solo accessoria, mentre nel film si rivela un passaggio portante, ma la cosa più importante è che hanno colto al 100% l'essenza della fiaba, arricchendola e donandogli personalità, invece di storpiarla.

La colonna sonorasottolinea perfettamente gli stati d'animo dei personaggi, e sa coinvolgere lo spettatore, quando la situazione lo richiede. Ho scaricato il cd giusto ieri, e lo consiglio di fare lo stesso anche voi.

La grossissima differenza tra il film e il libro sta nel finale.
Per chi non avesse letto l'uno, o visto l'altro scriverò in bianco, in modo da celare gli spoiler.

DA QUI CONTIENE SPOILER!

Nel libro i nostri eroi arrivano al villaggio di Wall, dopo lunghe peripezie, incontrano la strega, che ormai è un'inoffensiva vecchietta, consumata dalla sua stessa magia. Nel vedere Yvaine, Lamia che ne bramava il cuore, si rammarica, del fatto che non potrà più strapparglielo, poichè la stella lo ha donato al suo amato.
Tristan dice adlla stella di aspettarlo al di qua del muro, perchè sa che se lei varcasse il confine, diventerebbe un ammasso di pietra e ferro, e va a trovare Victoria, che lo accoglie con sorpresa, quando lo vede arrivare, perchè credeva che il ragazzo fosse morto, dato che era stato via diversi anni e lei nel frattempo si era sposata con un altro uomo.
Tornato dall'altra parte del muro, Tristan riabbraccia sua madre, che si libera dalla catena di Sal, poichè il maleficio si è spezzato (e non perchè la strega muore), e dopo che Yvaine ha dato al ragazzo il topazio, Una rivela al figlio, che egli è il nuovo signore di Stormhold.
Sguono le nozze di Tristan e Yvaine, che decidono di girovagare ancora per il mondo, invece di insediarsi a palazzo, dove Una attende il loro ritorno, che avverrà dopo moltissimi anni. Alla fine Tristan morirà felice di vecchiaia e Yvaine regnerà su Stormhold.

Nel film invece Lamia cattura Una e Yvaine, decisa a sacrificarla, e le conduce nel suo maniero, dove in loro soccorso arriveranno Tristan e Septimus. I due combattono contro le streghe, che uccidono Septimus.
Il combattimento finale tra Trista e Lamia, è roboante e ricco di effetti speciali, e alla fine Yvaine, che ha ritrovato la sua felicità, emana così tanta luce da bruciare la strega malvagia.
A questo punto Tristan trova il topazio che Yvaine costudiva, e lo fa vedere alla madre, la quale gli dice che, avendo lui trovato la pietra, è il nuovo re.
Il film si conclude con la scena dell'incoronazione dei due protagonisti ed il classico, ma intramontabile, e vissero per sempre felici e contenti.
Fine degli spoiler

Detto questo, sapete a cosa andate in contro, dal mio punto di vista rimane un film da vedere, perchè nonostante i tagli e gli adattaenti è un film piacevole e che coinvolge lo spettatore, rievocando in lui i ricordi di quando da bambino gli leggevano le fiabe della buona notte.

3 comments:

MaDdi3 said...

Io c'ero :D

E mi e' piaciuto tantizzimo ^^

pietro said...

Anche a me è piaciuto, ma resto convinto che storie come questa non siano adattissime alla trasposizione cinematografica...

Lady Door said...

Spero di vederlo stasera.
La tua recensione l'ho letta tutta, tanto
gli spoiler su di me non hanno alcun effetto ^^

Chiara

Ps: ho conosciuto Dave McKean e mi ha fatto degli schizzi semplici, ma meravigliosi... ti lascio immaginare la mia emozione ^o^