Monday, February 18, 2008

Lettera aperta

Cari Tony e Laura,
nei giorni scorsi, ho potuto assistere (daltro canto, chi non vi ha assististo?? i media si sono tuffati a pesce...) alle vostre gesta.

Vi volevo fare i miei più sentiti complimenti ragazzi, e mi dico, diavolo, perchè non ci abbiamo pensato anche io e Paolo?
In fondo dobbiamo sposarci anche noi... perchè mai rimboccarsi le maniche e lavorare sodo, risparmiare sulle piccole spese quotidiane evitabili e organizzare una cerimonia sobria e non impegnativa per pochi intimi tra parenti amici e colleghi di lavoro?
Ma scusatemi non è giusto spiegarvi, dall'alto del mio stupendio mensiele di 800 euro e un mutuo da pagare ogni mese, come organizzare un matrimonio al risparmio.
Perchè voi siete il prodotto di marketing di questa società, che ci insegna, che solo chi si mette in bella mostra (grazie grandefratello) ottiene qualcosa.

Si cari Tony e Laura, sono un pò arrabbiata con voi, perchè ora che tutti hanno parlato di voi, ora che una nota catena specializzata in casalinghi e liste nozze, vi farà la carità, o se volete leggerla in maniera più ottimistica, userà la vostra immagine per farsi pubblicità a costo 0, potrete sposarvi.

Ma io non credo che prima di tutto questo i 15 euro di imposta del comune per la pratica di matrimonio, fossero questo grande ostacolo.
Del resto, contenti voi...

Cordialmente vostra.

3 comments:

{Jester} said...

Mi chiedo fino a dove sia disposta ad arrivare la gente per avere quei maledetti quindici minuti di celebrità.
Non credo che siano loro il problema, penso che il vero problema siano coloro che danno visibilità a ste puttanate.
In ogni caso lo trovo di cattivo gusto e anche molto triste, ma almeno non danneggiano nessuno, contenti loro.

dabogirl said...

hanno capito tutto della vita e del matrimonio, e questo gli tornerà, nella stessa identica moneta

(inserire risata satanica)

ophy said...

condivido il tuo pensiero.
secondo me è ASSURDO che la gente pensi che per sposarsi si debba fare matrimoni hollywoodiani.