Monday, June 26, 2006

Merak

Queste ultime settimane mi hanno assorbito quasi completamente a causa dei mille lavoretti che seguo.
Le due settimane che mi sono appena lasciata alle spalle sono state letteralmente di fuoco, ed il culmine di tanta fatica è stato oggi.
Per finire nei tempi un progetto che sto seguendo, oggi pomeriggio sono andata in Merak film (la famosa casa di doppiaggio del milanese), dato che necessitavo di lavorare su delle immagini con dei processi di post-produzione video.

Cologno Monzese lo si può paragonare un pò a Novara, perchè da qualunque angolazione nella cittadina piemontese è possibile vedere la cupola di Antonelli (monumento di dubbio gusto in verità). A cologno è lo stesso, ma con il ripetitore di Berlusconilandia (anche questo di dubbio gusto direi).

La cosa buffa degli studi di doppiaggio sono appunto le voci.
Passeggi per i corridoi e senti voci provenire da buie stanze declamare le varie battute, oppure mentre non stanno doppiando (quindi non hanno la voce impostata) e chiacchierano con altre persone, non puoi fare a meno di pensare "Ehi, dove ho già sentito questa voce?"

Non puoi mai sapere che cosa ti riserverà il futuro, dato che fino a qualche anno fa io ero una di quelle appassionate di doppiaggio e doppiatori, sapevo riconoscere ogni voce ed associargli un nome preciso, e avrei fatto carte false per poter visitare quello studio. Con il tempo questa cosa è scemata, ed il ritrovarmi per quei corridoi proprio oggi, mi ha fatto sorridere.
Se avessi saputo che dovevo trascinare la mia stanca persona per tutto Cologno Monzese per raggiungere gli studi (sono almeno 20 minuti a piedi dalla fermata della metro più vicina), credo che ci avrei pensato almeno due volte prima di desiderare di passarci un pomeriggio intero!

1 comment:

Kaneda said...

Dai, non deve essere male sentire dal vivo un "GOLDRAAAKE , AZIONE!" oppure un "LUKE, IO SONO TUO PADRE!!!". ;P

K