Monday, July 28, 2008

The dOrk Knight

I soliti noti vanno al cine, a sto giro toccfa al Cavaliere Oscuro.
Ci sono una serie di motivi per cui si va a vedere questo film, ve ne elenco un po': perhè è l'ennesimo film fumettone (vuoi non andare a vederlo), perchè a luglio a parte qualcosa che hai già visto al cine non c'è altro da vedere (grazie distributori italiani!), perchè hai visto tutti gli altri film di Batman e sei sopravvissuto a quella porcata di Batman Forever allora nulla ti può più spaventare, perchè c'è stato un hype mostruoso, perchè c'è stato un bombardamento pubblictario altrettanto mostruso, perchè Cristian Bale ha (quasi) sempre fatto dei film belli, perchè con Ledger c'era l'effetto Brandon LeeTM...

Facciamo una breve parentesi sul personaggio principale.
Esistono centinaia di modi di rendere batman e Gotham, ogni scrittore/sceneggiatore, reinterpreta il cavaliere oscuro a suo modo. Tanto per dire e gettare perle ai porci il Batman di Kane non è quello di Miller e nemmeno quello di Grant Morrison. Tuttavia, c'è sempre qualcosa che rende Batman in ambientazioni diverse antieroe immortale.

Detto questo, ieri pensavo di essere andata a vedere un film su Batman. In realtà non c'era l'uomo pipistrello, c'era Christian Bale in cosplay da Batman. La cosa è sensibilmente diversa. Non c'è ricerca personale ed introspettivismo proprio del del detective mascherato, Bale interpreta un archetipo dai contorni accennati, che sa solamente lanciarsi in voli acrobatici e spericolati inseguimenti automobilistici.
Soprassiedo sul restyle stilistico della Wayne Mansion, della batcaverna, batmobile e dei vari batgadget, perchè è licenza del regista farlo.
Non soprassiedo su una trama debole, immotivatamente lunga e con diversi buchi e controsensi; per non parlare poi della pochezza nel caratterizzare i personaggi!

Il peggiore di tutti, ahimè, era proprio Jocker, non tanto perchè Ledger non è stato bravo nella sua interpretazione (tutt'altro, da parte sua lo stdio del personaggio è stato fin troppo maniacale), ma perchè chi si è occupato di caratterizzare questo Joker non ha fatto un buon lavoro.
Joker è un clown schizzofrenico, in lui e nei suoi crimini non v'è segno di raziocinio alcuno, ma soprattutto i suoi piani grottescihi e meticolosi hanno sempre degli elementi chiave (il gas esilarante, la stretta di mano che fogora, i trucchi da clown...) nel jocker di questo film sono completamente assenti, come è assente la vera motivazione del perchè joker è la nemesi di Batman (leggasi Killing Joke per questo) o perché Joker vuole uccidere batman (la morte di Batman deve essere nientemeno che un capolavoro! Il trionfo del mio genio comico sul suo ridicolo Bat-costume!) e della sua Teoria della Follia, per cui niente ha un senso e quindi, piuttosto che vivere una stupida esistenza in un mondo freddo e crudele e con un senso dell'umorismo molto sadico, meglio impazzire.
Le battute riservate al Joker, seppur ben recitate, sono deboli e consequenziali, si basano su sillogismi e postulati e non tengono conto dell'essenza del personaggio.

A dare il colpo di grazia ad un film in se e per se evitabile, ci pensa il doppiaggio italiano, se escludendiamo i doppiatori di Freeman e Ledger, davvero terribile.

9 comments:

Paolo said...

Non posso che sottoscrivere (come tu ben sai).
Di questo film mi rimarra' soprattutto impresso lo sforzo di Ledger di caratterizzare ogni tick, spasmo e manierismo del Joker ed essere costretto a recitare delle battute scialbe e sillogismi "fuori personaggio". Non era difficile trovare belle battute per il Joker: basta leggere 4 o 5 graphic novel e scopiazzarle, tipo qui:
http://en.wikiquote.org/wiki/Batman_(comics)#The_Joker

Ed ecco una frase del Joker che so che apprezzerai (da Killing Joke): Signore e Signori, ecco a voi il più grande spettacolo esistente al mondo, il più raro e tragico degli scherzi di natura, l’uomo medio!

Paolo said...

Un'altra nota su Dark Knight: nel film non c'è Gotham City! Nel senso: Gotham dei comics è una cità che vive di certe caratterizzazioni dark, di decadenze, è spesso raffigurata come la New York violenta dei primi anni '80, però più gotica, più degradata.

Nel film invece c'è la New York di Bloomberg, ripulita e bella seppur caotica: una Metropolis di Superman o la Manhattan di Spider-Man, non certo Gotham. Allora tanto valeva mettere un grattacielo a Busto Arsizio e fare le riprese lì...

{Jester} said...

azz, l'avete veramente massacrato...
e dire che invece a me è piaciuta moltissimo l'interpretazione del Joker, boh probabilmente è perché non ho mai letto le graphic novel e non sono uno che segue il fumetto.

Solomon said...

Se partiamo dal presupposto del fumetto di Miller, allora sì che non ci azzecca un cazzo!
Se invece lo vediamo come una interpretazione di Nolan sulla figura di Batman e della sua Nemesi, non posso appoggiare in piano la tua recensione. Per quanto riguarda i dialoghi, bisognerà secondo me, sentirli anche in lingua per poter dare un giudizio equo...la figura del Joker (io continuo a preferire Nicholson) secondo me è stata gonfiata, nulla da togliere alla sua bravura, lo ha reso però un "folle meditato" se mi concedi l'ossimoro.
Voglio comunque riguardarlo un secondo momento per poter esprimere un parere...

Ziobaal said...

Tanto per fare la voce fuori campo.

Premetto che il cavaliere oscuro non è un gran film.... si lascia vedere.
Ho trovato invece la visione di Joker assolutamente eccezionale. Ma andiamo con ordine. Partiamo dal principio che i film non sono trasposizioni delle graphic novel (come per sin city o per 300)ma film sul personaggio. Nolan come burton prima di lui ha dato un interpretazione personale alla figura e all'ambientazione. Ha voluto dargli un tocco di modernizzazione e di realismo.Prendete tali parole con le pinze. Il tentativo non mi dispiace (così come non è dispiaciuto nei supereroi marvel) la resa è tutt'altra cosa. Gotham comunque è una città in evoluzione verso le atmosfere dark che assumerà secondo me mano mano che i film si svilupperanno.
Per quanto riguarda il joker è strepitoso. L'interpretazione e i dialoghi sono perfetti. Purtroppo non ne vedremo l'evoluzione. Mab per quanto riguarda le tue opposizioni alla sua figura ricordati che non è un personaggio finito. Ma appena cominciato. Appena presentato. Talmente complesso che mettere tali citazioni come hai fatto tu in un film di 2 ore sarebbe stato buttare un ago in un pagliaio. A mio avviso il lavoro fatto da ledger sulla fisicità del personaggio sulla mimica (sulla voce non posso dirlo perchè devo ancora vederlo in originale.. in caso un gran plauso ad adriano giannini). Per quanto riguarda Joker come la nemesi di batman. Ti ho già detto che è un grave errore pensare questo. Joker non è la nemesi di batman. Incarna per lungo tempo la sua nemesi ma non è LUI la sua nemesi. Si vede molto bene nel "ritorno del cavaliere oscuro". ultimo plauso per aron eckahrt(thank you for smoking) nelle vesti di harry dent. peccato che gli abbiano dato solo un film di spazio^^ Mi sarebbe piaciuto vederlo approfondito di più.

Fine dei complimenti.
Passiamo ai lati negativi.
E' un film già visto. Un incrocio tra mission impossible e "non ho idee di cosa fare quindi metto un cast ricco che fa tutto lui e un po' di coattate ad effetti speciali". La storia è semplicistica e non troppo efficace. Sebbene si capiscano gli scopi e il messaggio (credo lo capirebbe anche un bambino di 3 anni) la resa è in effetti insulsa. Non credo si debba aggiungere altro in merito.. sarebbe uno sprecare parole perchè c'è veramente poco da dire di male perchè c'è poco su cui dire. Cristhian Bale è inesistente come batman e il doppiaggio italiano gli da il colpo di grazia.
Fine.

Petrvs said...

bene...ero curioso di saperne di piú su questo film ed eccomi accontentato....

dopo i commenti di Mab e del Brother of Metal Paolo, direi che posso risparmiarmi la fatica di andarlo a vedere......anche perché senza Gotham, che Batman é?????

hmmm...mi é venuta voglia di rileggere "the Killing Joke"

dabogirl said...

premetto che per me Batman è Adam West (lo so, picchiatemi)

posso fare una mossa psicotica e dire 'schi-zo-frenico' con una z! (immaginare tono alzato di 6 ottave)... ?
eh?
abbi pietà... della mia fobia per la schizzo frenia!

Petrvs said...

Perché dovremmo picchiarti?
Batman É ADAM WEST!
*Biff!* *Thud!* *Whack!*

Fabrizio said...

Io ci vedo parecchio da "The Killing Joke".
Non concede nulla allo sviluppo teatrale del personaggio, ma a quello criminale e caotico decisamente sì.

Quello di Ledger è il joker che spara a Barbara Gordon, la violenta e fa vedere le foto al padre.

E' il Joker che prende a sprangate Jason Todd.

A me il film è piaciuto parecchio.

Fab